Pedana vibrante sostituire allenamento con i pesi

1 post / 0 new
Sasha Marvin
Ritratto di Sasha Marvin
Pedana vibrante sostituire allenamento con i pesi

Rispondo ad una domanda giunta via e-mail in merito ad un Galileo Advanced.

La richiesta originale è:
"Per uso domestico, in particolare vorrei sapere se la pedana vibrante [in riferimento alla Galileo Advanced] può sostituire l'allenamento con i pesi per lo sviluppo muscolare"

Bell'argomento! Merita di essere approfondito.

Senza carico il trattamento con la vibrazione mantiene il tono muscolare e quindi anche la massa. Nelle brevi sessioni (3minuti alla volta) è possibile fare ipertrofia ma necessariamente con dei carichi. I muscoli con il tipo di vibrazione Galileo si esauriscono molto rapidamente. Il vantaggio è che bastano 30 40 kg per fare il lavoro di 90 100 con un bilanciere sugli squat. In questo caso le sto facendo un confronto basato sulla mia esperienza personale.

Io peso 92kg e ho una Galileo Advanced a casa, mi bastano 2 manubri da 16kg per sfinire i quadricipiti già in 3 minuti. Con un movimento molto lento, quasi isometrico, vado su e poi giù l e n t a m e n t e quasi fermo, e faccio lavorare la contrazione che deriva dallo stimolo della vibrazione, sotto carico. Gia al primo minuto sono in crisi, nonostante vada in bici ogni giorno, quindi allenato.

Quando spiego ai professionisti, faccio l'esempio di una scalinata. Con gli stimoli Galileo è come fare degli scalini alti un centimetro. Solo che in 3 minuti ne fai 7500, in 9 minuti (3x3) ne fai 22000. A 21 Hz, sono 21x60 in un minuto, 1260x3 minuti, 3780 per gamba, 7560 con entrambe le gambe, 22680 la somma delle 3 sessioni. Se li fai scarico c'è un lavoro di mantenimento, drenaggio, ossigenazione, defaticamento, ma se carichi esaurisci i muscoli in una frazione del tempo che faresti normalmente con gli squat, o con gli affondi per esempio in salita in bici, e basta poco carico. Non è traumatico, non sottoponi le articolazioni a dei carichi stressanti, e non dico che non senti la fatica perchè i muscoli fanno quasi male, ma è molto più breve. Io non amo lo squat. Non lo sopporto proprio.

Inoltre lo stimolo Galileo (e qui sta la grande differenza con le altre pedane) lavora su parametri fisiologici, dove per prima cosa c'è contrazione muscolare indotta dal riflesso allo stimolo che arriva ai recettori, contrazione che è molto superiore (superiore di almeno 10 volte rispetto alle altre pedane che lavorano su frequenze alte, misurando con elettromiografo) e poi, come seconda cosa la contrazione dei muscoli è più estesa a tutto il gruppo muscolare e non solamente ad alcune fasce (come ad esempio sulle pedane a vibrazione simultanea, cioè allo stesso tempo su tutti e due i piedi) ed essendo estesa a tutto il gruppo muscolare è quindi molto ma molto più efficace, anche presumo per una questione di sincronizzazione delle singole unità motorie, il che spiega in parte l'aumento della potenza esplosiva, che viene sottolineato da quasi tutti gli studi in ambito sportivo effettuati con questo tipo di vibrazione. Cosa che invece non viene riscontrata con l'altro tipo di vibrazione. Vedi http://www.scienzadellavibrazione.it/effetti-modesti-parallela.htm

[i]NOTE: tutte le affermazioni qui sopra sono a carattere puramente colloquiale basate su esperienza e conoscenza personale, quindi non riferite o elencate a precisi studi in particolare e rappresentano l'opinione del singolo.[/i]