Corsa e Windsurf

16 posts / 0 new
Dal più recente
True Enough
Ritratto di True Enough
Corsa e Windsurf

Non sapevo ci fosse qui quest'area e quindi ne approfitto per riprendere gli scambi di idee sulla corsa.
Macla diceva che non vuole subire l'onta di non riuscire a scendere sotto le due ore nella mezza maratona, ma non è certo una ignominia. C'è un mio amico che corre una marea di km a settimana, ma per scendere, di poco, sotto le due ore ci ha messo anni, ed essendo uomo è comunque favorito (anche se lui lo prendo in giro per le sue non eccezionali performance :wink: ).
Già fare la mezza maratona dopo i 40 anni richiede buone doti fisiche e mentali, soprattutto per chi all'inizio dopo pochi minuti provava la nausea; voler scendere sotto le due ore è un obiettivo che capisco, ma non me ne preoccuperei, perché dai tuoi allenamenti capisco che prima o poi arriverà. Capisco il tuo spirito agonistico, ma cerca di non fartene un problema; anche se devo confessare che corro perchè mi piace, ma solo una volta a settimana (da poco ho introdotto la seduta del mercoledì con spinning più corsa su treadmill), e quindi non faccio corse competitive perché rimarrei male se non facessi certi tempi, per i quali avrei bisogno di lasciare l'allenamento muscolare che però mi serve per il windsurf.
TI invidio le corse in collina; qui a Milano è tutto piatto, per cui il lavoro in salita lo faccio sul treadmill; è molto efficace, ma non mi godo i tuoi panorami :( .
Da come descrivi la ripresa dagli infortuni è chiaro che hai anche la conoscenza tecnica dei protocolli di riabilitazione, quindi ho poco da aggiungere.
Riguardo ai miei infortuni quello che dici è vero sull'età e i rischi di sovraccarico, anche se alcuni di quelli che ho subìto, non sono altro che problemi avuti in gioventù ma non curati, per cui con il tempo sono tornati. Ad esempio ho rotto i legamenti della caviglia, ma mi sono ricordato di storte prese in gioventù e non curate. Recentemente ho lesionato il soleo, ma l'ecografista ha detto che era una vecchia lesione non curata. Lo stesso per i rotatori; quando provavo dolore mi fermavo per un po' e poi riprendevo, ma non facevo la necessaria riabilitazione con un fisioterapista.
Poi l'anno scorso ho anche rotto una costola in windsurf, ma erano condizioni molto dure!
Quindi hai ragione sul fare ogni tanto dello scarico; nel tuo caso soprattutto con le ripetute ! Comunque prova qualche esercizio pliometrico simili a qualli di presciistica (ma dopo un buon riscaldamento); aumenti la reattività dei piedi, che è fondamentale per migliorare nella corsa. E poi qualche eserizio con i pesi per i polpacci.
Perevitare la recidiva dell 'odiosa sindrome della bandelletta, oltre ad evitare i sovraccarici e a correre sempre nella stessa direzione (se si corre in un circuito chiuso) su internet ho trovato alcuni validi esercizi di stretching che ti consiglio.

Riguardo al windsurf non posso che consigliarlo al nostro Zacspeed; lui è circondato dal mare, non come me che sono circondato dalla pianura padana!

Caro Zac, il windsurf è uno sport difficilissimo e molto impegnativo, ma per chi è minimamente adrenalinico è una libidine unica. Se vuoi imparare però hai assolutamente bisogno di una scuola. Venendo dalla vela come autodidatta riuscivo a partire e rientrare, che non è il vero windsurf, che invece inizia quando si impara a planare, quando si va anche più veloci di quelli che fanno sci nautico, ma sfruttando il vento!
Tu che puoi uscire tutto l'anno (perché sei vicino al mare e non hai il nostro freddo) cosa aspetti ?

Ti serve una lista di scuole ?
Da parte tua servono una buona forma fisica (per quando comincerai ad uscire con vento forte) e una buona forza di volontà, perché è uno sport difficile.
Ehi, ma forse la zona è facile ? :lol:

Macla
Ritratto di Macla
Re: Corsa e Windsurf

Buongiorno!!
Grazie ancora una volta per i tuoi incitamenti caro True (Fabrizio), me ne ricorderò quando, alla mia prima mezza maratona ufficiale, oltrepasserò lo striscione dell'arrivo mentre staranno già togliendo le transenne e gli spazzini avranno già cominciato a ripulire la strada..!! :mrgreen:
Scherzo, in fondo non sono così competitiva... l'obiettivo di scendere stto le due ore rimane ma mi rendo conto che ci vuole tempo. Forse l'atteggiamento mentale più corretto sarebbe quello di considerarlo una specie di "allenamento" da eseguire in un contesto diverso e godersi tranquillamente l'esperienza... Forse mi manca un compagno/compagna di corsa con cui vivere per la prima volta quest'esperienza, fatta in compagnia diventerebbe molto più semplice e perderebbe quell'aura di "ufficialità" che sempre un pochino spaventa nelle competizioni.
Certo che qua, se non smette di piovere è un problema... la seduta di allenamento la faccio lo stesso sul tapis roulant ma... è così noioso!!!! Vuoi mettere correre all'aria aperta, godersi l'arietta fresca dopo una giornata chiusi in ufficio?? Io davvero sul tapis roulant soffro, ammiro quelle persone che riescono ad allenarsi sempre con quello... quando corro un'ora li sopra, poi ho i capogiri per un pò. e secondo me la tecnica di corsa è completamente diversa dalla corsa "al naturale".
Mi interessa il discorso degli esercizi pliometrici, ma non li conosco. In realtà pur andando a sciare la presciistica non la faccio mai, perchè l'allenamento con la corsa finora mi ha sempre dato sufficiente resistenza. Ti riferisci per caso agli squat ?
Dimmi curiosa, ma sei per caso un istruttore sportivo o qualcosa di simile?? Dai termini tecnici che usi sembri uno molto ferrato in materia... scommetto che fai sport da sempre, sbaglio?
Inoltre hai un curriculum di infortuni da medaglia: sembra un bollettino di guerra!! :P Scherzi a parte, io da un po' sto integrando la mia dieta con circa 3 compresse al giorno di cartilagine di squalo. Ho letto sulla rivista Running World che col tempo aiuta a rinforzare le articolazioni e le preserva dall'usura. Se è vero le mie ginocchia ringrazieranno, alla meno peggio mi spunteranno le pinne! : :lol:
A proposito di Zona, saltando di palo in frasca, volevo far presente che ho trovato delle barrette energetiche che sono quasi perfettamente in linea con le proporzioni Zona. Sono una marca tedesca, si chiamano Pultipower Professional 32% Protein, e le ho trovate in un negozio Sportler che hanno aperto recentemente dalle mie parti. La composizione di una barretta da 60g è suddivisa in : 19g. proteine (quasi 3 blocchi); 27g. carbo(3 blocchi); e 6,6g. grassi (poco più di 2 blocchi). Aggiungendo un paio di mandorle sono perfettamente bilanciate. Voglio provarle durante un allenamento lungo e vedere come mi fanno sentire...
Alla prossima chiacchierata... ora il lavoro chiama.
Bye!!

True Enough
Ritratto di True Enough
Re: Corsa e Windsurf

Fai la mezza e ricordati da dove sei partita; sarà un gran risultato.
8)
Cominciamo con l'allenamento sul treadmill; può diventare di una noia mortale e dato che è lui a portarti il piede indietro, di fatto è un tipo di corsa facilitato che ti potrebbe far perdere ad un po' di reattività. :cry:
Per tali ragioni non faccio mai corsa lunga sul treadmill e mai senza pendenza. Il tradmill ha il grosso vantaggio di poter far cambiare velocità e pendenza velocemente a comando, e questo consente di effettuare allenamenti non troppo noiosi e molto produttivi. :roll:
Te ne propongo qualcuno :
- velocità costante ma piramidale sulla pendenza : 3 min @ 3%; 3 min @ 4%; 3 min @ 5%; 3 min @ 6%; 3 min @ 7%; 3 min @ 6%; 3 min @ 5%; 3 min @ 4%; 3 min @ 3% (totale 27 minuti)
- pendenza costante ma velocità ad aumentare ad ogni intervallo : 10 min; 7 min; 5 min; 3 min (totale 25 minuti)
- ripetere per 3 volte 10 min al 6% di pendenza seguiti da un minuto a 0%; la velocità è costante (totale 33 minuti); se hai birra aggiungi 2 minuti alla fina al 10%.
Con questi allenamenti non ti annoi e non solo non perdi in qualità, ma addirittura migliori la reattività. In poco tempo fai un allenamento che è anche più utile di un'ora abbondante di corsa. :D
Anche i programmi collinari preimpostati che si trovano su molti treadmill non sono male.

Per esercizi pliometrici intendo saltelli di vario tipo; lo squat è un lavoro con i pesi, peraltro molto utile che mi ha giovato tanto per alcuni problemi che avevo di tendinite rotulea. La corsa dà resistenza, ma nello sci serve anche un po' di esplosività e per questo si fanno sia esercizi di potenza (con i pesi) che di esplosività . In effetti fai già le ripetute per l'esplosovità, ma personalmente amo più i saltelli, che a me dànno l'impressione di aiutare a migliorare la tecnica, ma qui contano anche le sensazioni personali.

In realtà ho iniziato a fare sport abbastanza tardi, ma ho cercato di recuperare.

Ho sentito parlare della cartilagine di squalo, ma a parte che è una specie a rischio di estinzione, adesso si parla tantissimo di un integratore naturale da bancone a base di glucosamina e condroitina; pare sia eccezionale per le articolazioni.

Cercherò le barette che consigli.

Riguardo agli infortuni l'ultimo triennio è stao pesante ed è necessaria una gran forza di volontà; forse domenica prossima potrò tornare ad una corsa da pensionato, da 6 min a km, perché il soleo sopporta molto stress nella corsa e non devo forzare...

Fammi sapere se ne vuoi sapere di più sugli esercizi pliometrici.

Macla
Ritratto di Macla
Re: Corsa e Windsurf

Buongiorno e buon inizio settimana caro True.
Partiamo dal fondo : si grazie, sono molto interessata a saperne di più sugli esercizi pliometrici. Se non è troppo lungo da spiegare potresti suggerirmene qualcuno, oppure indirizzarmi ad un sito o un testo da cui prendere spunto. Credo possano essermi molto di aiuto e magari sostituire anche qualche allenamento saltato per maltempo (in quest'ultimo periodo praticamente una costante, sigh!!).
Per quanto riguarda la cartilagine di squalo, a dire il vero non mi ero mai posta il problema morale, però in effetti hai ragione... il prodotto che citi credo sia molto simile in quanto a componenti.
Scopro con piacere che sei un convertito allo sport "tardivo", come me... sarà per questo che poi ci si butta a capofitto (con tutti gli infortuni che ne conseguono... :lol: ). Sembra quasi si debba recuperare il tempo perso, effettivamente ora che scopro il benessere che lo forzo fisico mi regala, vorrei veramente aver iniziato prima.
PICCOLA NOTA : I tuoi 6 min al km da "pensionato" per me corrispondono alla attuale velocità media di gara che la ho per la mezza maratona... sighh... adesso si che mi deprimo! :? L'unica cosa che mi può consolare a questo punto è sperare che tu sia molto alto e abbia le gambe chilometriche (dono che, ahimè, con il mio metro e 62 mi è stato negato..)
A prescindere da questo, per quanto riguarda la mezza, purtroppo la mia tabella di allenamento è stata del tutto stravolta nelle ultime settimane a causa del maltempo e settimana scorsa per un fastidioso mal di gola che mi ha bloccato per 4 giorni). Ieri mattina, dopo 5 giorni di fermo, sono uscita per una collinare di 11 km reduce da dosi massicce di antiinfiammatori e altre "interferenze" tipicamente femminili. Non me la sono sentita di fare di più anche se in teoria avrei dovuto fare un lungo di almeno 19 km. (l'ultimo risale a 15gg fa...) .Considerando che mancano solo due settimane alla gara onestamente a questo punto sono molto indecisa... però vediamo in settimana come mi riprendo.
Per quanto riguarda l'allenamento sul treadmill lo trovo in effetti molto interessante, ma temo di non riuscire a metterlo in pratica. Dovrei iscrivermi a una palestra ma materialmente non riesco a inserire questo spazio. Tra lavoro a tempo pieno e gestione della famiglia è già un miracolo riuscire ad inserire 3 uscite (4 sono già un'eccezione) di corsa nella settimana, e per essere sicura che all'ultimo momento non saltino per qualsiasi motivo le faccio mattina presto, alle 6.30. Difficile trovare una palestra aperta a quell'ora no..??
Scherzo, cmq ti ringrazio per la dritta e non è detto che durante le vacanze non valuti anche questa opzione.
La barretta ieri l'ho provata, anche se non ho fatto un lungo. Ne ho presa 2/3 prima di partire al posto della colazione di 2 blocchi e l'ultimo pezzetto a circa 40 minuti di corsa, prima di un salita continua piuttosto impegnativa di 1,5 km. Mi è sembrato bene, nessun calo particolare di forze... però dovrei testarla in una corsa più lunga.
Per quanto rigurada il tuo windsurf mi chiedo se riesci a farlo anche d'inverno o se è uno sport che pratichi solo nella stagione calda... ma lo sai che c'è anche la versione invernale ? Il mio istruttore di sci mi raccontava di averlo fatto : con la tavola e la vela si scende dai pendii innevati. Penso debba essere una bella esperienza... Ne hai mai sentito parlare...?
E con questa ultima nota ti lascio... e ti auguro un buon inizio settimana.
Ciao
Claudia

True Enough
Ritratto di True Enough
Re: Corsa e Windsurf

Cominciamo parlando degli esercizi pliometrici. Li ho appresi poco alla volta, in parte con la rieducazione di una tendinite rotulea (parliamo del 1990...), e poi con vari articoli visti su qualche giornale. Tra i libri che ho, non ricordo se ve ne sia qualche descrizione; quando riesco a trovare un attimo di respiro provo a cercare. Sono comunque riuscito a trovare un buon sito su internet, dove alcuni esercizi sono visualizzati con disegni in movimento, che mi sembra il modo migliore per spiegare questa metodica di allenamento ( che spero di riprendere tra un mese, visto che lentamente sto recuperando la funzionalità del soleo). In genere si tratta comunque di esercizi che servono a sviluppare la reattività e sono variazioni sul tema dei saltelli.

http://www.sport-fitness-advisor.com/plyometric.html
http://www.sport-fitness-advisor.com/plyometricexercises.html

All'interno poi puoi anche navigare per trovare qualche esercizio che ti aggrada; lo scopo è di arrivare a fare saltelli tenendo il minimo possibile il piede a terra; in questo modo migliora la tua reattività e te ne accorgi quando vai a correre. Tra l'altro sono esercizi molto utili per lo sci. Naturalmente prima ci si deve riscaldare per bene. Comincia a provarne qualcuno, poi provo a trovarti qualche altro esempio; l'importante è entrare nella logica e provare qualche movimento. Le prime volta sarai impacciata e tenderai a poggiare tutto il piede, ma poi vedrai che prenderai confidenza. A me piacciono anche i saltelli alla corda a piedi uniti in cui si poggiano i piedi "con delicatezza" :)
Riguardo alla tua piccola nota sulla velocità considera che se è vero che corro poco (credo di non andare oltre i 250 km in un anno), è anche vero che corro da tanti anni. Inoltre l'uomo è comunque favorito; l'altezza in parte aiuta, ma solo in parte, perché nel fondo non conta tanto la lunghezza della falcata, quanto il ritmo. E poi 6 min/km è quanto mi è permesso di correre per una 10 km al massimo, e non una mezza maratona. Quindi non ti abbattere; se corri da poco tempo, lavori e devi seguire la famiglia sei già una campionessa 8)
Gli allenamenti sul treadmill te li ho proposti perché avevi scritto che qualche volta lo usavi; se ti dovesse capitare di usarlo ti consiglio di provare qualcuno di questi programmi; sono decisamente buoni per allenarsi. Sul treadmille consiglio di evitare la corsa a ritmo costante senza pendenza; serve a poco per chi corre, e sono convinto che faccia peggiorare lo stile di corsa. Questi allenamenti invece li trovo proficui.
RIguardo al windsurf lo pratico solo da giugno a fine settembre /metà ottobre (quando riesco a portare anche la famiglia nel fine settimana) e in vacanza. D'inverno andai solo una volta a Capo Verde e fu bello, ma d'inverno mi piace anche andare a sciare anche se avendo iniziato a 41 anni non è che sia un granché, seppure secondo me lo sci, per quanto difficile, lo è meno del windsurf.
Quello che dici tu sulla neve non è una variazione del windsurf, ma del kite surf che, sulla neve, è pura follia :twisted:
Fammi sapere cosa ne pensi degli esercizi pliometrici e poi vedo se trovo dell'altro materiale.

Ciao
Fabrizio

PS anche qui a Milano piove sempre ! DOmenica spero di poter riprovare dopo due mesi e mezzo la corsa; il medico mi ha anche prescritto i plantari, ai quali finora era stato contrario :cry:

Macla
Ritratto di Macla
Re: Corsa e Windsurf

Grazie mille della dritta sugli esercizi, mi sono collegata al sito e ho dato un'occhiata veloce, vedrò di trovare un po' di tempo per leggermi anche la spiegazione degli esercizi (gli omini che saltano.., si si li ho visti :P ) e di tradurli.
Non ti preoccupare di cercare anche il libro, sei già stato molto disponibile a indicarmi il sito, è sufficiente così. Penso comunque che dovrò superare la sottile paura che mi è rimasta dopo l'infortunio: spontaneamente mi verrebbe da evitare i saltelli perchè ho l'impressione che possano traumatizzare il ginocchio. Però mi rendo conto che fatti con le scarpe giuste (qelle da corsa sono ben ammortizzate) e nel giusto contesto la sollecitazione non è poi tanto diversa da una corsa fatta a buon ritmo. E poi tu li hai utilizzati come rieducazione... quindi a maggior ragione sono decisamente da prendere in considerazione.
Per quanto riguarda il treadmill probabilmente mi sono espressa male io, in realtà quando proprio piove tanto e non voglio saltare l'allenamento, corro su un "giurassico" tapis roulant a casa dei miei genitori... un paio d'anni fa al mio papà è stata messa una protesi alla rotula del ginocchio e l'acquisto era stato fatto per permettergli una buona rieducazione. Ti assicuro che è molto lontano dai moderni e super-accessoriati attrezzi che si trovano in palestra!! :wink:
Giusto per aprire una parentesi, mi spaventa l'idea di dover subire lo stesso intervento di mio padre quando sarò un po' più "vecchietta"... a dire il vero dalla TAC mi sono state riscontrate già le cartillagini molto sottili ma... per il momento faccio orecchio da mercante... e speriamo durino il più a lungo possibile,sigh! (ecco spiegato il mio accanimento a una specie protetta: gli squali).
Anche tu sciatore tardivo?? :D Ebbene si, anche io ho inziato 4 anni fa, portavo mio figlio a lezione di sci e a un certo punto mi sono impuntata che volevo provare, detto fatto! Ora è diventata la mia seconda passione dopo la corsa. Come puoi immaginare lo stile non è un granchè, ma superato lo spazzaneve per me è già sciare come Tomba!! E poi... ho uno stile impeccabile nel cadere e nel rialzarmi anche nelle pendenze più impervie... in questo sono diventata un'esperta!!
Scherzo, sono soddisfatta, le piste rosse ormai le faccio tutte e anche qualche (poche) nere che magari sembrano più grigie :lol:
Termino qui, perchè purtroppo una fastidiosa tenidnite al polso destro mi sta tormentando da giorni e scrivere non è proprio una passeggiata. Ma tu dimmi: corro chilometri e invece di farmi male i piedi mi vien la tendinite al braccio...!! robe da matti!
Per questo ponte del 2 giugno scapperò per qualche giorno in Svizzera (finalmente... il lavoro mi sta uccidendo!!) e temo che sarà dura rimanere in Zona... quanto mi piace la cioccolata svizzera :twisted: Temo che al ritorno dovrò cospargermi il capo di ceneri e pagare pegno!
Ad ogni modo spero che px settimana vorrai aggiornarmi su come è andata la tua corsa domenica e, mi raccomando, vacci piano... non esagerare. Parti con calma e prima fai tanto tanto tanto stretching!
Bye bye

Claudia

True Enough
Ritratto di True Enough
Re: Corsa e Windsurf

Con gli esercizi pliometrici si devono adottare le stesse precauzioni che si usano con le ripetute; quindi buon riscaldamento, aumento progressivo del lavoro, scelta di supertfici morbide (no asfalto, marmo, cemento). Le scarpe devono essere ben ammortizzate. Non penso si tratti di esercizi più traumatici delle ripetute, e a me li diedero quando ebbi la tendinite rotulea.
Riguardo al tuo ginocchio se il problema è la tendinite rotulea, ne soffrono tantissimi corrdidori, tennisti, pallavolisti ecc. L'ho curata con rafforzamento muscolare di quadricipiti e bicipiti femorali, stretching e ghiaccio nel dopo corsa. Corro con una fascia rotulea.
Se il problema è la cartilagine sembra che la soluzione migliore sia questa combinaizone di condroitina e glucosamina, un prodotto naturale che si trova come farmaco da bancone. Prova ad informarti.
Ieri ho corso 6,2 km a ritmo molto blando e per la prima volta con i plantari su misura consigliatimi dal medico (che è un ex medico del Milan). Sensazione strana ma neanche troppo sgradevole, come invece temevo. Alla fine tanto stretching, ma il soleo mi sembra a posto, anche se posso aumentare solo poco alla volta ritmo e distanza.
Lo stretching lo faccio solo alla fine, mai all'inizio, a parte per il soleo, ma molto leggero.

Riguardo alla cioccolata, il giorno che la faranno in zona l'inventore prenderà il Nobel !
Per la tendinite al polso, ahimé è comune! Vai di ghiaccio e usa il mouse con l'altra mano; e poi poggia l'avambraccio completamente sulla scrivania. Per la prevenzione : rafforzamento muscoli flessori delle dita (con le molle per le mani).

Ciao
Fabrizio

Macla
Ritratto di Macla
Re: Corsa e Windsurf

Ciao caro Fabrizio,
leggo con piacere che la tua prima uscita di corsa dopo l'infortunio è andata liscia come l'olio... benone! Adesso non lasciarti prendere dalla foga e aumenta ritmo e chilometraggio con molta molta calma. Per quanto riguarda lo stretching penso che ognuno si regoli un po' a modo suo. Personalmente quando devo fare uscite piuttosto impegnative preferisco farlo anche all'inizio ,dopo circa 10 minuti di corsa lenta: così la muscolatura è già ben irrorata e gli esercizi diventanno anche molto piacevoli. Inoltre nei lunghi , dopo i 100 minti di corsa qualche volta inserisco uno stop di 3 minuti per "stiracchiare" per benino le mie gambe, l'impressione che ne ricavo è che poi le gambe siano più sciolte e riparto un tantino più "fresca".
Per quanto riguarda dolorini e doloretti vari effettivamente gli impacchi di ghiaccio sono l'unica soluzione, sia per il ginocchio che per il polso, e qualche volta sinceramente ci scappa pure qualche Aulin! sigh... Per quanto riguarda il polso la mia tendinite purtroppo è un ricordino di un passato da pianista: ore e ore ad esercitarmi alla tastiera hanno lasciato il segno, a maggior ragione che ora per ovvi motivi non riesco a suonare più :cry:
Ho trascorso un bellissimo week end tra le alpi svizzere che mi ha permesso un paio di uscite mattutine a correre tra i boschi... splendido! Di nascosto avevo messo la mia tenuta da corsa in valigia (in realtà era stata programmata una visita a vecchi amici e non esattamente un week end di escursioni... sigh...)e così sono riuscita a "ritagliarmi" qualche ora stupenda per correre tra i sentieri al mattino presto, gustandomi i classici prati svizzeri con le caprette che fanno ciao!! :P

Preferisco sorvolare sul quantitativo di cioccolata ingoiata :mrgreen:

Però da quanto sono rientrata ho un problemino: sono in crisi, help me!!
Sono purtroppo uscita dalla zona e non riesco a rientrarci, sigh... sono entrata nell'insidioso vortice dei carbo sfavorevoli e nonostante mi renda conto che non sto bene faccio fatica a rimettermi in carreggiata. Ho un periodo molto stressante per quanto riguarda il lavoro, prossimi cambiamenti e promozioni mi portano a lavorare a un ritmo molto sostenuto per cui mi capita di saltare gli spuntini (se non addirittura il pasto a pranzo) e poi ritrovarmi la sera a lanciarmi sulla prima cosa che mi capita sotto mano. Inoltre arrivo a casa talmente stanca la sera che finisco per cedere alla tentazione di ricorrere alla classica pizza veloce o al panino caldo per evitare di mettermi ai fornelli.
Sigh... un disastro. Dormo male, al mattino mi sento stanca e avvilita e finisco di nuovo per cedere alla tentazione della brioche col caffè :evil: e... insomma... mi sembra di aver perso i riferimenti!
La bilancia ancora non se n'è accorta perchè corro abbastanza regolarmente ma temo sarà questione solo di giorni.
Sigh... sigh... sigh...
Ho bisogno di uno scossone, per rimettermi in riga :? Me la faresti una bella lavata di capo ???
Bye
Claudia

True Enough
Ritratto di True Enough
Re: Corsa e Windsurf

Scusa se rispondo con ritardo, ma anche io sto avendo ritmi alquanto intensi al lavoro...
A volte capita anche a me di "sbracare" sul cibo, ma in genere non mi dura tanto, perché anche prima della zona sono sempre stato molto attento all'alimentazione, e quindi il mio fisico si accorge se gli sto dando robaccia, per cui mi sento subito pieno e con pesantezza di stomaco. Per tornare alla giusta disciplina mi basta in genere una giornata o due di sola insalata , verdure e frutta, con tanta acqua, per ripendere il passo e la voglia di mangiare in maniera più equilibrata.
Spero che ne frattempo tu abbia già quantomeno eliminato le brioche :evil:
Fammi sapere !!!!!!!!!!

Macla
Ritratto di Macla
Re: Corsa e Windsurf

Sorry , rispondo con vergognoso ritardo.. :oops:
E' un periodaccio per me, sono molto presa dal lavoro causa trasferimenti e traslochi per cui mi risulta difficile trovare la tranquillità per mettermi al pc per motivi personali.
Cmq, giusto per aggiornarti ,sono finalmente riuscita a slegarmi dalla dipendenza "brioche mattutina" e pian pianino sono ritornata a regime. Mi impongo di prepararmi gli spuntini la sera prima così anche se al mattino sono di corsa in un attimo li metto in borsa. Tra l'altro in questi giorni che è arrivato il caldo spontaneamente sono attratta maggiormente da frutta e verdura per cui non mi è difficile rinunciare ai carboidrati sfavorevoli a favore di mega insalatone con tanta verdura e tonno, oppure mozzarella o uovo sodo...
Inoltre ho iniziato a prendere con costanza anche gli Omega 3, nei giorni in cui la dieta non prevede il pesce.
E poi ho scoperto un nuovo prodotto Zona che è una chicca :lol: : credo sia una novità perchè nell'area shopping del sito ancora non li ho visti. Sono dei dolcetti da sgranocchiare a base di fiocchi di soia e cioccolato, mi pare si chiamino Crock: buonissimi!!! Sembra proprio di mangiare i biscottini della Balsen quelli con i cereali al cioccolato, hai presente? Solo che questi sono perfettamente bilanciati . Insomma una confezione da 1 blocco contiene 6 di questi biscottini deliziosi, e quando mi viene l'attacco di "voglia di dolce" sono diventati la mia ancora di salvezza! Persino mio figlio a casa ogni tanto me li "ruba" per sgranocchiarli davanti alla TV.
Per quanto riguarda la corsa nonostante i pressanti impegni lavorativi riesco a tenere una discreta aostanza. Stamattina prima di venire al lavoro (ebbene si, confesso, scrivo dall'uff anche di sabato mattina!) sono riuscita a fare la mia 3° uscita settimanale e poi domattina presto ho in previsione un lungo. Proprio stamattina ho provato le tavolette di sali Enervit che mi hai consigliato e trovo che sono davvero una gran comodità. Domani mattina le provo in un allenamento più lungo: generalmente il caldo mi stronca e voglio vedere se assumendo le tavolette le cose vanno un po' meglio.
Immagino che ora per te sia iniziata la grande stagione del windsurf... tutto bene? Gli allenamenti invernali stanno dando i loro frutti? E i tuoi acciacchi....???
Il mio ginocchio ora col caldo ogni tanto " si lamenta", ma io faccio finta di non sentire... :twisted:
Bye
Claudia

Sasha Marvin
Ritratto di Sasha Marvin
Re: Corsa e Windsurf

[quote]E poi ho scoperto un nuovo prodotto Zona che è una chicca : credo sia una novità perchè nell'area shopping del sito ancora non li ho visti. Sono dei dolcetti da sgranocchiare a base di fiocchi di soia e cioccolato, mi pare si chiamino Crock: buonissimi!!! Sembra proprio di mangiare i biscottini della Balsen quelli con i cereali al cioccolato, hai presente? Solo che questi sono perfettamente bilanciati . Insomma una confezione da 1 blocco contiene 6 di questi biscottini deliziosi, e quando mi viene l'attacco di "voglia di dolce" sono diventati la mia ancora di salvezza![/quote]

marca? produttore? prezzo? dove li hai trovati?
:mrgreen:

Macla
Ritratto di Macla
Re: Corsa e Windsurf

[quote="Marvin Sasha"][quote]E poi ho scoperto un nuovo prodotto Zona che è una chicca : credo sia una novità perchè nell'area shopping del sito ancora non li ho visti. Sono dei dolcetti da sgranocchiare a base di fiocchi di soia e cioccolato, mi pare si chiamino Crock: buonissimi!!! Sembra proprio di mangiare i biscottini della Balsen quelli con i cereali al cioccolato, hai presente? Solo che questi sono perfettamente bilanciati . Insomma una confezione da 1 blocco contiene 6 di questi biscottini deliziosi, e quando mi viene l'attacco di "voglia di dolce" sono diventati la mia ancora di salvezza![/quote]

marca? produttore? prezzo? dove li hai trovati?
:mrgreen:[/quote]

Si chiamano Mini Rock 40-30-30 " Snack di soia e cioccolato"
Sono di ENERZONA (nella classica confezione verde dei prodotti Enerzona Barry Sears) e il produttore risulta ENERVIT SpA - Viale Monte Rosa 96 - 20144 MILANO
Io ho trovato il cartone che contiene 5 confezioni da 1 blocco (una confezione da 1 blocco contiene circa 5-6-dolcetti) e l'ho pagato euro 5,60 ; invece il sacchetto singolo costava euro 1,30.
Li ho scovati in un centro commerciale in provincia di Treviso ( per la precisione a Mareno di Piave) che vende i prodotti Enerzona.
Spero di essere stata utile.... finalmente una piccola trasgressione " IN ZONA" ! :mrgreen:
Bye

Sasha Marvin
Ritratto di Sasha Marvin
Re: Corsa e Windsurf

Ma dai!!!

Il titolare del negozio on-line che ospito su massamagra non mi ha detto niente, strano, sono distributori non semplici negozianti.

Domani lo scortico ;)

Ti faccio sapere se li inseriscono.

Sasha Marvin
Ritratto di Sasha Marvin
Re: Corsa e Windsurf

C'era un motivo !!!

ecco cosa mi hanno risposto

[quote]Aspettiamo la fine dell'estate i prodotti soffrono il caldo sè spediti si sciolgono, hanno bisogno del trasporto refrigerato.
Stanno arrivvando altre barrette buonissime
Inseriremo il tutto a settembre.[/quote]

Macla
Ritratto di Macla
Re: Corsa e Windsurf

[Stanno arrivvando altre barrette buonissime
Inseriremo il tutto a settembre.[/quote][/quote]

Ottimo! Allora aspettiamo le novità...
Per la cronaca, ieri sera sono tornata per acquistare quel prodotto nello stesso negozio dopo 2 settimane; avevano già aumentato il prezzo della confezione grande di 80 centesimi e delle singole di 20 centesimi!
Evidentemente hanno visto mercato e... tralascio ogni commento! :evil:

Buona giornata

True Enough
Ritratto di True Enough
Re: Corsa e Windsurf

Rispondo anche io in ritardo perché la situazione al lavoro è esplosiva.
Continuo gli allenamenti ma i problemi fisici continuano ad affliggermi. Ho effettuato un'ecografia dinamica e la lesione di marzo al soleo è tornata a posto, e quindi potrei riprendere la normale attività sportiva, ma ho anche una vecchia lesione al polpaccio (non so di quanti anni fa) che ha provocato una fibrosi ed aderenze, per cui rimango a rischio lesione se non intervengo, perché il muscolo non scorre bene. La soluzione consiste nella fibrolisi, intervente che consiste nello spingere con forza con dei ferri uncinati sul muscolo, fino a rompere il tessuto fibroso e le aderenze. Mi hanno detto che è molto doloroso; prepariamoci anche a questo.
Per cautela ho smesso la corsa che avevo ripreso (ma facendo così caldo l'avrei comunque interrotta), ma anche sullo spinning ho dovuto rallentare, perché il polpaccio non lo sento affatto bene. Negli ultimi fine settimana ho fatto molto nuoto, che mi piace meno della corsa, ma con il caldo è molto più salutare.Per il windsurf non è il massimo per il polpaccio e il soleo, quindi è bene aspettare.

Mi intriga il prodotto zona che consigli....
Vedo che per fortuna hai abbandonato le brioche, e la corsa non va male. Attenzione con il caldo; bevi tanto e assumi adeguati sali minerali, altrimenti si rischiano problemi seri. Se si beve tanta acqua (soprattutto se poco mineralizzata) si perdono altri sali, oltre a quelli persi con la sudorazione, e si rischiano dai crampi a collassi (iposodiemia, viene chiamata in medicina). Bisogna andare innanzitutto assumere molta frutta e verdure, ma integrerei comunque con quei prodotti che si trovano anche al supermercato (isostad ecc). Più in generale consiglierei di andarci cauti con la corsa quando fa molto caldo ed è molto umido, magari facendo allenamenti più brevi e un po' più veloci.

Accedi o registrati per inserire commenti.