Consiglio su acquisto XG5.0: utile a lungo termine?

2 posts / 0 new
Dal più recente
Ivan 35
Ritratto di Ivan 35
Consiglio su acquisto XG5.0: utile a lungo termine?

Ciao Marvin,
su massamagra ho letto le tue recensioni e i tuoi consigli e ho avuto l'impressione che sei
una persona molto esperta nel campo delle pedane vibranti, per questo ti scrivo per un consiglio.

Sono un uomo di 35 anni, alto 177cm e peso 75kg; dall'età di 20 anni ho saltuariamente
frequentato palestre (per alcuni mesi, ma non tutti gli anni) e nuotato in piscina (nei periodi estivi).
Ora il lavoro non mi lascia molto tempo per uscire a fare sport, e in seguito alla sedentarietà e a
un dimagrimento (e ad uno sforzo che dovevo evitare) ho avuto un'ernia inguinale (operata con
successo); ora mi sono deciso ad acquistare una pedana vibrante per uso personale (vivo al
piano intermedio di un condominio).

Mi piacerebbe ottenere un potenziamento della muscolatura, ma mi accontenterei anche di una
buona tonificazione.
Puntando su un ottimo rapporto qualità prezzo mi ero orientato verso la Pro Evolve DKN e in
seguito la XG5.0, ma gli articoli che ho letto successivamente su massamagra mi hanno scoraggiato.
Mi sembra infatti che per ottenere risultati soddisfacenti bisogna salire con l'accelerazione e
l'escursione, mentre la XG5.0 arriva solo a 1mm.
Tu stesso dici che al di sotto dei 4mm (o 2,5? non ricordo...) i risultati sono molto al di sotto
delle aspettative.
Non sono un "palestrato", ma dal momento che quando (occasionalmente) mi capita di fare sport
dopo alcune settimane noto già un sensibile miglioramento (tonicità muscolare, resistenza), non
vorrei un prodotto che dopo qualche mese per me si riduca ad essere uno "scaldamuscoli".

Cosa mi consigli?
Possibilmente, come spesa, non vorrei superare il doppio del costo della XG5.0.
Per quanto riguarda la scelta tra alternata e verticale, non ho preferenze.

Ti ringrazio per la disponibilità, ti auguro buon lavoro e mi complimento per il sito, che ho trovato
veramente prezioso per le informazioni e la competenza messe a disposizione!

Ivan

Sasha Marvin
Ritratto di Sasha Marvin
Re: Consiglio su acquisto XG5.0: utile a lungo termine?

Ivan grazie per compleminti, sono sempre molto apprezzati, visto l'impegno e tutto il resto!
:slurp:

Dire molto esperto nel campo della vibrazione è una parola grossa, non esistono esperti nel settore purtroppo, e quei pochi che ci sono o lo sono sul lato pratico oppure sul lato tecnico. Io cerco di fare del mio meglio, utilizzando strumenti di misura e mettendo a disposizione la mia esperienza nel fitness unita alle nozioni tecniche sulla meccanica e sulla nutrizione, tutti argomenti che seguo con la pratica, alcuni da quando avevo 14 anni.

Posso dire di aver provato e utilizzato tutte le pedane vibranti di un certo spessore, compreso quelle da cui hanno realizzato gli studi scientifici, e di avere un certo scambio di informazioni con gli sviluppatori. Chiaramente ho le mie preferenze sul tipo di vibrazione, ma quando mi chiedono un consiglio cerco di darlo in modo oggettivo, in rispetto dell'investimento economico che uno vuole fare e alle sue necessità.

Il mio unico difetto o pregio (dipende dai punti di vista) è quello di consigliare sempre il meglio, a volte con il risultato di demotivare un possibile cliente dall'acquisto, a volte salvandolo da un acquisto o una spesa inutile. Non cerco mai di far acquistare qualcosa per chiudere una vendita. Starei troppo male al pensiero di aver "rifilato" un prodotto solo per vendere. Cosa che invece vedo andare molto di moda su tutti i siti e-commerce che mescolano di tutto pur di vendere.

Ooops, scusa mi sono dilungato in considerazioni che magari non interessano a nessuno...

Nel tuo caso, per un po' di potenziamento sarebbe meglio la XG10, mentre per una buona tonificazione la XG5 è ok. Molto più OK della pro evolve.

La XG5 fa più di 1 millimetro, 1,5 1,8mm ci tengo a precisare, perchè a 50 Hz a prescindere dal fatto che la senti che spinge parecchio, ciò nonostante senza centrifugarti gli occhi, anche solo mezzo millimetro in più fa la differenza.

Purtroppo con i giunti a molla non puoi soffermarti tanto sull'escursione a matita e cartoncino presa a vuoto. Come faccio a spiegarti? La pedana a un motore con i giunti a molla non è così uniforme e stabile come quella a due motori e i giunti in gomma densa, vedi VG evolution che fa 2mm, alla fine... Se ci sali sopra e fai il rilevamento con carta e matita non riesci mai a farne uno buono, è una cosa indicativa.

Invece, con l'accelerometro ti accorgi della reale spinta che ti dà la pedana vibrante, a prescindere dai giunti o dal motore o dalle condizioni.

La gomma a temperature basse si irrigidisce, le molle un po' di meno, dipende, anche pochi gradi possono dare diversi risultati. Non globalmente diversi però.

Quello che conta comunque, non è la potenza del motore ma l'accelerazione in Forza G. E la XG5 alla fine, vuoi o non vuoi a 6G effettivi ci arriva. OK, se sposti il tuo baricentro in avanti leggermente sulle punte spinge un po' di più, mentre se stai tutto sui talloni trasferisci la vibrazione sulla parte anteriore del piatto, ma sono variazioni di 1G o mezzo G. Quindi nella media è una pedana con una buona accelerazione.

Solo le pedane a vibrazione alternata consentono di andare a lavorare oltre i 9 10 G senza centrifugarti la testa, quindi anche parlare di una pedana professionale a vibrazione uniforme che supera i 10g che alla fine non usi mai, non ha molto senso ai fini pratici. Ha senso se ci sale sopra uno di 150 kg, o uno di 90Kg con 60kg di bilancere che non gli importa se gli escono gli occhi dalla faccia.

Le pedane a due motori hanno molta più massa in esecuzione e comunque l'escursione è già frenata dai giunti semirigidi. Quindi quando ci sali sopra praticamente non subiscono variazioni sul calo di accelerazione.

La pedana come la XG5 o la XG10 è sempre soggetta, sia a livello di sensazione sia come rilevazione di accelerometro, ad un calo proporzionale al peso.

Voglio dire, a livello di sensazione, quando sali su una Physioplate o una Vibrogym a due motori senti la vibrazione più secca più netta sotto i piedi e hai una contrazione miotattica (o reazione neuromuscolare) un pelo più evidente a parità di accelerazione. Dipende dalla forma dell'onda. Su XG10 e XG5 hai una sensazione più morbida, a parità di accelerazione.

Ovviamente il costo delle pedane è sproporzionato, e per un utilizzo privato e per certi versi professionale, non ha senso spendere 5 volte tanto per degli aspetti, sì che si riscontrano nettamente, ma che non danno risultati così difformi.

Non è mai semplice raccontare tutte le sfumature per far capire le sensazioni e le deduzioni logiche, ma ci provo... continua la discussione per domande più specifiche su quello che dico, perchè è possibile che do per scontato parecchie cose e che le mie spiegazioni le capisca solo io :fatta:

XG10 si avvicina alla Physioplate e alla VG evolution, tuttavia non puoi pretendere che sia uguale, ma è quanto di più simile (sul prezzo che mi dici tu) ci sia alle due pedane di riferimento professionale a vibrazione uniforme.

Se vai su Galileo Basic, chiaramente la spesa è un pelo superiore al doppio della XG5 e sai che vai oltre a tutti questi limiti.

Attenzione però che al di sotto della Galileo Basic, come spesa non esiste niente di valido come vibrazione alternata.

I più maligni, quelli privi di un minimo di intelligenza e competenza o che pensano che non esistano persone oneste perchè si basano sui loro metri di giudizio personale, potrebbero pensare che consiglio la Galileo perchè costa di più e che quindi ci sia più margine, ma ti assicuro che Galileo è la pedana sui cui rimane di meno tra tutte quelle menzionate.

Per riassumere con un concetto di qualità prezzo, direi che sono tutte e tre sullo stesso piano. Qui veramente hai un prospetto in termini economici che rispecchia il valore delle pedane.

Quindi direi che il ragionamento va fatto sul risultato che si vuole ottenere e sulla spesa che si vuole fare, consapevoli che tutte e tre le scelte sono molto valide.

Devi semplicemente considerare che più spendi più riduci i tempi per vedere i risultati, perchè anche per la tonicità o il potenziamento i risultati vanno in proporzione all'intensità a cui riesci a sottoporti.

In questo caso con le tre pedane in oggetto (XG5 XG10 e Galileo Basic) sai che sono soldi ben spesi e proporzionali a quello che ti possono dare.

Ah si dimenticavo: tutte e tre hanno un livello di affidabilità molto alto. Anche perchè se non fossi sicuro di questo non sarebbero inserite tra le mie proposte.

Accedi o registrati per inserire commenti.