Chiarimento protocolli lunghi

4 posts / 0 new
Dal più recente
Anto1
Ritratto di Anto1
Chiarimento protocolli lunghi

Ciao a tutti, sono nuova del sito e vorrei chiedere un chiarimento in merito alla pedana vibrante.
E' da circa una settimana che tutti i giorni mi "alleno" con una pedana professionale presso un centro estetico della mia città. Il mio unico scopo è quello di ottenere la tonificazione di gambe e glutei.
Ho fatto delle ricerche circa questo prodotto (Proellixe) e ho verificato che costa circa 16.000 eur quindi senza stare troppo a controllare le caratteristiche do per scontato che sia un' ottima pedana!
Il dubbio è questo: leggendo sul sito ho visto che per un buon allenamento muscolare è necessario allenarsi per un minuto o due e poi effettuare una pausa per poi ricominciare. Nel programma impostato dalla pedana in questione, tutto questo non c'è. Io inserisco una scheda (i programmi sono 10 e solitamente scelgo quello di tonificazione intensiva arti inferiori), mantendo la posizione eretta (perchè così mi è stato detto)con i piedi alla stessa distanza delle spalle e la macchina per 3 minuti vibrerà alla frequenza di riscaldamento, per 4 minuti alla frequenza di tonificazione ed infine per 3 minuti alla frequenza di defaticamento. Non c'è pausa tra una fase e l'altra.
E' errato questo metodo? Qual'è l'esatto percorso da seguire per ottenere dei risultati?
Grazie

Sasha Marvin
Ritratto di Sasha Marvin

Una pedana può costare anche 20000 euro ed essere una super pedana. Stessa cosa una formula uno. Ma se la utilizzi per andare a fare la spesa forse hai sbagliato automobile.

E' solo per farti capire che la pedana ha un suo senso. Tutti gli studi determinano che il suo corretto utilizzo è quello dove non giungono assolutamente vibrazioni alla testa, dove la propriocettività non è stimolata esageratamente causando perdita di riferimento eccessiva e dove lo stimolo viene trasmesso alla parte neuro muscolare, non 100% alle articolazioni per produrre unicamente lo scuotimento dell'adipe.

Ma allora usa la cinghia degli anni 70 che t costameno e fa meno danni, no?

Il lavoro della pedana è per la produzione ormonale prima di tutto.
Nemes e galileo insegnano. Tutti deprecano l'utilizzo di protocolli troppo lunghi. Ci sarà un motivo?

Credo che in certe realtà (senza riferimenti particolari) guardino solo al risultato immediato. Tipo la crema per la cellulite. Non mi piace questa tendenza, è tipica di chi vuole sfruttare i problemi degli altri per business dando una soluzione momentanea apposta e non definitiva. Solo che usare la crema per la cellulite non fa danni (forse, credo), mentre usare male una pedana potente potrebbe crearne di seri, specie in soggetti predisposti a infiammazioni articolari o con problemi tipo lussazioni, ernie, ecc.

Certo sono opinioni mie ma anche di altri nel settore ben più considerati di me. Non colpevolizzo nessuno in particolare, e spero di non offendere nessuno, perchè la colpa alla fine non è dei produttori di pedane ma di chi le fa utilizzare in modo non appropriato.

Il percorso più logico è di sfruttare la pedana per produrre gli ormoni (GH testosterone e ridurre il cortisolo) quindi con protocolli di lavoro muscolare. Posizione Squat. Lavoro 60s Riposo 60s. Per 4 o 5 volte. Poi si può agire a livello di scuotimento localizzato, al limite. 3 volte a settimana, senza esagerare.

Anto1
Ritratto di Anto1
Proellixe

Ciao!
Ti ringrazio per la risposta esaudiente. Ho saputo soltanto questa mattina che la pedana in questione è una basculante e che non ha programmi manuali quindi se vorrò allenarmi come tu suggerisci dovrò necessariamente cambiare pedana oppure addirittura comprarmela tanto più che sono 5 anni che sto in menopausa anticipata (ho 41 anni!) e il rischio osteoporosi è sempre in agguato.
Pensavo alla Dunlop Pro che ha un costo contenuto e mi sembra abbia le caratteristiche giuste allo scopo ma mi viene un dubbio: tu in altri messaggi dicevi che la Dunlop è adatta più ad un tipo sedentario non abituato a fare sport. Io sono due anni che mi alleno costantemente, fino allo scorso anno in palestra attualmente invece, per mancanza di tempo, a casa. Mi chiedo se questa pedana possa fare al mio caso o se è insufficiente. In tal caso cosa mi consigli?
Grazie ancora, a presto

Antonella

Sasha Marvin
Ritratto di Sasha Marvin

E' appena arrivata la DKN Extreme PRO. Ti consiglio quella. Costa un po' di più.

[url=http://www.massamagra.com/pedane-vibranti/pedane-vibranti-confronto.htm]... qui il confronto[/url]

Tra l'altro ne ho una qui per fare la recensione. L'ho provata ieri e ti dirò che non è male! Devo fare tutte le misurazioni, ma già a sensazione si sente che è molto superiore alla PRO Trainer.

Si, io la pro trainer la inserisco in un contesto di chi è prettamente sedentario, anzi, se uno non ha la fissa di fare i piegamenti sulla pedana, meglio la V power. Costa meno ed è un pelo più potente della PRO trainer.

Se fai già fitness (almeno 2 volte la settimana) calcola che già produci GH e ti serve uno stimolo un po' più forte di quello necessario per il sedentario puro.

Te lo dico anche perchè ci sono degli utenti che praticano molte attività che hanno notato parecchia differenza con pedane superiori.

Accedi o registrati per inserire commenti.