dieta zona, integratori

dieta
dieta zona

il portale specializzato in dieta, integratori, dieta zona, diete per dimagrire e per lo sport

massamagra: la più ampia selezione di risorse web su dieta zona, alimentazione per il fitness, lo sportivo pro e non,
dieta, diete per dimagrire e rimanere sempre in forma con un occhio a salute e benessere.

il sito massamagra.com

proZona

  • ATTENZIONE !!!
    ProZona non è compatibile con iOS8. Andare nei settaggi dell' App e fare il backup del DB prozona per usi futuri se si intende fare l'upgrade al nuovo sistema operativo.

proZona 1.0 App Calcolo alimenti

Avvertenze

  • I contenuti e i pareri espressi in questo sito non devono essere intesi come cure mediche, consigli medici o diagnostici avendo esclusivamente finalità divulgativa e, non essendo in alcun modo sostitutivi della consulenza del medico, non possono costituire neppure presupposto di autodiagnosi o automedicazione.

Pubblicità

Newsletter massamagra.com

ISCRIVITI
alla
newsletter

tieniti aggiornato su articoli e novità. Ti avviseremo ogni volta, al masssimo settimanalmente, di nuovi articoli sulla zona, sulla salute, lo sport e l'alimentazione.

DIETA ZONA la "vera" dieta mediterranea per gli sportivi e non. Gli articoli di massamagra.com

Gli integratori. Servono!

(di Sasha Marvin, 12 novembre 2005)

Anche se ci alimentiamo scegliendo con cura le fonti favorevoli, non ci sono più dubbi: gli integratori servono. Ma quali?

LE DUE TENDENZE DI PENSIERO
Effettivamente ci sono due tendenze di pensiero rispetto agli integratori. Scambiando delle opinioni con amici sportivi, istruttori, allenatori e semplici allievi, dai vari colloqui risultano queste due posizioni: "io, comunque, non ho mai preso nulla fin'ora e non intendo farlo" oppure "io senza aminoacidi non vado avanti". Sono tutte e due risposte che, nel rispetto della diffidenza che uno può avere nei confronti di pillole varie da una parte, e della ferma convinzione dall'altra, non fanno altro che confermare la più completa distanza dall'essere consapevoli delle proprie necessità nutrizionali e di come affrontarle dal punto di vista naturale.

MANGIARE SANO E UN PO' DI TUTTO
Siamo completamente d'accordo con l'affermazione del medico nutrizionista che invita a mangiare un po' di tutto senza esagerare. Ma come si risolve la questione di questa affermazione, giustissima ma generalizzata, in termini pratici se una persona non sa bene cosa sia questo "tutto". Fino a che si distingue tra carboidrati e proteine, alcuni per fortuna sanno cosa sono, ma se si va poi sul piatto di coloro che seguono questa regola è evidente che il famoso "un po' di tutto" si risolve sempre in una combinazione di macronutrienti lasciata al caso e soprattutto che segue le indicazioni della gola più che della reale necessità, unita per fortuna a frutta e verdura in alcuni casi, ma quasi sempre solo di stagione (sempre la stessa per lunghi periodi) e molto spesso cotta, quindi totalmente priva di micronutrienti.

GLI INTEGRATORI PER LE PROTEINE
La nostra posizione nei confronti degli integratori proteici è netta. Le proteine in polvere e gli aminoacidi sono sempre e comunque delle combinazioni di derivati lavorati dal latte e derivati da processi chimici, di cui è possibile tranquillamente fare a meno scegliendo le giuste quantità tra carni bianche, pesce, uova (solo albume) e soia (tofu, ecc...), tutte fonti favorevoli che danno tranquillamente le giuste dosi di proteine anche a chi ne servono veramente tante. Chi fa uso di integratori proteici o si nasconde dietro alla scusa che non ha tempo di farsi da mangiare, o semplicemente non interessano posizioni diverse dalle sue e non ha voglia di stare ad ascoltare, oppure non sa come stanno le cose effettivamente e pensa di essere nel giusto.

GLI INTEGRATORI PER I SALI MINERALI E I MICRONUTRIENTI
Chi non fa attività dovrebbe assumere minimo 5 porzioni di frutta e 5 porzioni di verdura al giorno per rimanere bene in salute. Chi fa attività necessita anche 9 o più porzioni. Sali minerali, antiossidanti, cofattori enzimatici (vitamine) sono i principi attivi di frutta e verdura. Con la zona, utilizzando solo fonti favorevoli si dovrebbe essere in linea con questi principi, quindi la teoria vuole che non dovrebbe esserci il bisogno di integratori di questo tipo. Ma non è così purtroppo. Di seguito vediamo i motivi.

IL PROBLEMA DEI MICRONUTRIENTI
Ora, chi fa attività sportiva intensa, chi si allena almeno 3 volte alla settimana, ma anche chi è sottoposto a responsabilità e vive di corsa e lavora tutto il giorno (in una riga ho riassunto il 90% delle persone che conosco NDR) rientra tra coloro che hanno maggior bisogno di MICRONUTRIENTI oltre che del corretto rapporto proteine/carboidrati/grassi. Hanno maggior bisogno di micronutrienti perché sostanzialmente producono più elementi da neutralizzare (tipo i radicali liberi che vengono consumati dagli anti ossidanti) ed hanno un ritmo metabolico più veloce, quindi più bisogno di sostituire in continuazione le parti di ricambio rappresentate per semplicità dalle cellule che finiscono il loro ciclo e devono essere sostituite, processo che a sua volta necessita di alcuni precursori (per semplificare) per regolare il tutto, dalla ricostruzione dei muscoli e delle ossa, al mantenimento del sistema immunitario.

LA REALTÁ SUI NOSTRI PIATTI
Vuoi per mancanza di tempo, vuoi per impegni di lavoro, è praticamente impossibile basare la nostra dieta sempre su fonti favorevoli nelle giuste dosi. Se per le proteine con la Zona il problema si risolve, ci siamo accorti che soddisfare la giusta richiesta di micronutrienti dai carboidrati favorevoli (frutta e verdura cruda) è molto difficile.
Quante volte capita di escludere la verdura o la frutta da un pasto? Conosciamo molte persone che raramente mangiano un frutto e che ancora più raramente assumono almeno 5 porzioni di frutta e 5 di verdura cruda regolarmente ogni giorno.

LA QUALITÁ DELLA FRUTTA E DELLA VERDURA
Poniamo l'ipotesi di riuscire a soddisfare la giusta quantità teorica di carboidrati favorevoli, 9 pozioni di frutta e 9 di verdura al giorno per uno che si allena 4 giorni alla settimana. Rimane il problema della qualità di frutta e verdura. La frutta da supermercato è veramente poco nutriente, matura nei frigoriferi e nei tir e il risultato sono dei valori nutrizionali scarsi rispetto al peso su cui calcoliamo i menù, non tanto per i macronutrienti ma per i micronutrienti (antiossidanti e cofattori enzimatici).

IN CONCLUSIONE
Se per le proteine con la Zona siamo a posto senza dover ricorrere ad aminoacidi o proteine in polvere, per quanto riguarda gli integratori della frutta e dei vegetali, non è così semplice. Non appena siamo giunti alle conclusioni dei nostri ragionamenti abbiamo cercato in lungo ed in largo un integratore per i micronutrienti se possibile naturale e adatto al nostro scopo. Ci sono in commercio una moltitudine di integratori multivitaminici sintetici prodotti dalle multinazionali ma sinceramente nessuno si prende la responsabilità di consigliarli e ancor meno si ha il coraggio di assumerli per lunghi periodi. Dopo alcuni colloqui con dei seri professionisti siamo venuti a sapere di un integratore NATURALE per i micronutrienti. Per dirla tutta lo conoscevamo già, ma non sapevamo bene di cosa si trattasse fino a che non siamo andati veramente a fondo. E improvvisamente tutto ha cominciato a quadrare, le ipotesi hanno preso forma e i dubbi sono svaniti, e abbiamo deciso di provarlo a lungo termine.