Le regole della Dieta Zona

  • Sharebar
  • Aumenta
  • Diminuisci

Dimensione attuale: 100%

Questa è una lista di regole generali da rispettare per l'efficacia del programma alimentare: dieta zona. Non è necessario che le mettiate tutte in pratica da subito. Con un po' di costanza e un po di esperienza, rileggiendo questa lista riuscirete a introdurre un po' alla volta queste regole nelle vostre abitudini alimentari, senza fretta.

Se arrivate a questa pagina direttamente, prima di proseguire visitate la Guida Rapida alla Dieta Zona.

  • I sali minerali, gli enzimi e gli antiossidanti sono importanti come le proteine, i grassi e i carboidrati.
     
  • SUDDIVIDERE LA GIORNATA IN 5 O 6 PASTI
    Distribuite il vostro fabbisogno di proteine durante la giornata come l'abbiamo divisa. 3 pasti e 2 o 3 spuntini. Il motivo di questa suddivisione dei pasti in 5 o 6 volte è semplice: velocizza il metabolismo favorendo tutti i processi del nostro organismo, ma, soprattutto, evita di abbuffarsi troppo durante un singolo pasto il che bloccherebbe il consumo di grassi andando a trasformare gran parte di quel pasto in ADIPE.
     
  • Nella compilazione dei pasti stare attenti a raggiungere il miglior rapporto di proteine/carboidrati che deve essere il più vicino a 0,75. Nel compilatore dei pasti che mettiamo a disposizione su questo sito se uscite dal rapporto compare un messaggio di errore.
     
  • Bisogna evitare di avere fame: 1 per non provarla, 2 perchè la fame provoca degli stimoli ormonali che è meglio evitare.
     
  • Mangiare le componenti (P/C/G) del pasto tutte insieme o non oltre 15/30 minuti di distanza tra loro. Cercate di evitare i pasti dove il secondo arriva a distanza di un'ora dal primo se potete.
     
  • Non fare mai intervalli più lunghi di 5 ore senza mangiare. Se fai colazione presto fai uno spuntino tra la Colazione e il Pranzo. Ricordatevi che il momento migliore per mangiare e non ingozzarsi è prima che sopraggiunga la fame.
     
  • Sceglire principalmente fonti favorevoli. Acquistate il libro, ci sono le liste di fonti favorevoli e quelle sfavorevoli oppure visitate le pagine di fonti di proteine, fonti di carboidrati, fonti di grassi di questo sito.
     
  • Non associare troppe fonti proteiche diverse tutte insieme, cercare di compilare dei pasti semplici.

    Se dovesse capitarvi di essere davanti a qualche fonte sfavorevole o discutibile bilanciatela sempre con una favorevole. Ad esempio, se decidete di mangiare carne di maiale non utilizzate pane ma solo frutta e verdura per i carboidrati.
     

  • Bere molto fuori dai pasti. Durante i pasti bere almeno un bicchiere grande di acqua da 250 cl.
     
  • Masticare bene prima di deglutire. (Controverso: utile nei casi di persone che fanno fatica ad assorbire i nutrienti, meno utile per chi ingrassa facilmente).
     
  • Evitare succhi di frutta perchè sono fonti sproporzionate di carboidrati e non contengono nutrienti, ma solo zuccheri.
    Gli enzimi e gli antiossidanti tanto preziosi resistono solo in cibi freschi. Con la spremitura del frutto si distruggono e vengono persi.
     
  • Variare i pasti il più possibile in modo da approvvigionarsi in fasi alterne di tutte le vitamine e di tutti i tipi di proteine, senza insistere su un alimento solo.
     
  • EVITARE in modo assoluto di alimentarsi con alimenti difficili da smaltire per più giorni di seguito, come ad esempio lo yogurt. Non fate tre giorni di fila assumendo solo ed esclusivamente yougurt o latte, per intenderci.
     
  • Non ripetete gli stessi menù ogni giorno uguali.
     
  • Se per caso vi capita di non fare un pasto in zona non vi preoccupate troppo, perché con il pasto successivo ritornerete in zona. (Cercate di non farlo troppo spesso, max 1 volta la settimana se dovete dimagrire, max 2 o 3 se vi mantenete).