Pedana vibrante : Maxuvibe Pro MX7

La recensione approfondita della pedana vibrante basculante
MX7 Maxuvibe.

[ marvin sasha, massamagra.com, 19 Ottobre 2007 - 11 dicembre 2007]

pagina precedente pagina successiva

pedana vibrante dkn extreme pro unità di controllo e pedana dall'alto

La nostra prova

Ecco le sezioni in cui è diviso l'approfondimento su questa pedana vibrante professionale:

In testa e a fondo pagina trovate i bottoni per spostarvi all'interno della recensione. Con "Successiva" passate alla sezione che segue, con "Precedente" ritornate indietro, con il menù a tendina andate sulla pagina che vi interessa.

La prima impressione

Normalmente non faccio commenti sull'estetica della pedana, ma la MX7 è talmente rifinita e bella che non riesco a trattenere un complimento al produttore.

La pedana arriva con la colonna centrale da montare, come tutte le pedane vibranti. L'imballaggio è solido e ben strutturato a sopportare il viaggio. Pesa, ma non incredibilmente come una verticale di pari fattura. Per montare la colonna è abbastanza semplice, si deve stare un po' attenti a non infilare i cavi di collegamento sotto le barre di sostegno. Avvitate le 8 viti, si inserisce il cavo di corrente ed è pronta all'uso.

Il pannello è a colori, sensibile al tatto, e dopo le prime schermate con le avvertenze, si può impostare l'allenamento manuale con 2 click. Frequenza e durata. Start. Ed ecco la prima sorpresa. Per essere una basculante è davvero silenziosa, ma quello che colpisce è la totale assenza di vibrazioni al di fuori dell'escursione del piatto. Quando si avvia comincia lo sfarfallio del piatto oscillante. Sale prima a destra e poi a sinistra in un movimento alternato. Prima di salire la provo alle varie frequenze rapide: 10hz 14Hz 18Hz 22Hz e 26Hz. Già che ci sono la faccio andare fino a 30Hz. premendo sul bottone "+" la MX7 incrementa di 0,25 Hz alla volta fino al massimo di 30Hz. La fermo.

Ci salgo sopra ed inizia il divertimento. Parto da 18Hz, riscaldamento. Il piatto ha 5 posizioni A al centro, B, C, D, E, F. Già con i piedi in posizione E a 22cm dal centro, la contrazione è bella tonda completa. Non devo cercare l'angolo giusto come con la verticale. Qui la contrazione è piena a diverse angolature. Sarà per via della maggiore escursione? In posizione E ci sono 7 mm di escursione che a 18Hz fanno una bella accelerazione (siamo tra 5 e 6g). Finito il primo minuto seleziono 22Hz. Siamo a 7-8g. Qui la contrazione è totale, forte rotonda e piena. Se allargo le gambe oltre la E, la sollecitazione comincia ad essere esagerata. Provo a 26Hz. Oltre la posizione D è difficile stare. Si comincia letteralmente a decollare dal piatto. Provo per curiosita anche i 30Hz. E' oltre le mie capacità. In posizione tra C e D ci sto, ancora ancora, sono 5 o 6 mm, ma con i piedi più divaricati è durissima. Forse con del carico, quando si è ben allenati si riesce ad utilizzare anche questa frequenza.

La provo senza scarpe. Fino a 22Hz è sopportabile, oltre, meglio indossare le scarpe da ginnastica. Le sollecitazioni sono davvero forti.

La cosa che mi ha colpito, oltre alle altre è l'assenza di vibrazioni alla testa, sono quasi impercettibili. Se parli la voce non vibra. Chiaramente se distendi le gambe la raffica ti arriva comunque, non come sulla verticale, ma in posizione corretta sono quasi nulle.

Questa pedana vibrante basculante arriva a 180ms2, oltre i 18 G di picco.

Passiamo ai dettagli. Nelle pagine successive tutti i dettagli. Fai "Click" sul bottone "Successiva" qui sotto.

pagina precedente pagina successiva

Se desideri acquistare la pedana vibrante MX7 richiedi un preventivo al nostro ufficio acquisti. Per ricevere info quando ci sono novità fai click su tenetemi aggiornato.

richiedi preventivo Tieniti Aggiornato

massamagra.com home