Evitare Di Smantellare Le Fibre

  • Sharebar
  • Aumenta
  • Diminuisci

Dimensione attuale: 100%

C'è un altro aspetto molto importante da considerare, infatti, il sistema di risparmio di glicogeno descritto prima evita o limita grandemente il peggiore effetto che può capitare ad un'atleta quando ha esaurito le riserve di glucidi per la produzione di energia: la conversione delle sue stesse fibre muscolari, da proteine in glucosio, per essere in definitiva bruciate. Un effetto da evitare. Specialmente in una competizione che dura settimane. Tra l'altro si sa che nelle fasi più intense servono fino a 3 grammi al minuto di glucosio, mentre la scomposizione e la conversione delle proteine (gluconeogenesi = alanina - fegato - glucosio) ne apporta solo 4 grammi all'ora, niente!

Crampi?!

Piccola ma utile divagazione. Nessuno sa esattamente quale sia la causa dei crampi. C'è una teoria, la più probabile, che indica i crampi come risultato della combustione delle proteine per il ricavo di energia, cosa che avviene quando gli zuccheri sono finiti. Uno studio (menzionato da Cordain nel suo libro Paleo diet for Athletes) dimostra che i crampi si verificano quando un determinato soggetto che pratica un esercizio fisico ha raggiunto i suoi massimi livelli di produzione di ammoniaca, il che indica che sta utilizzando le proteine per produrre energia durante lo sforzo fisico. Una questione di evidenza anche qui. Il fatto é che, a sostegno di quanto precedentemente esposto, un atleta che segue la dieta zona / paleozona (riadattata) non arriva ai crampi, nemmeno se esagera.

Non riesco a mettere su massa

Mi è capitato di confrontarmi con atleti che mi raccontavano che nonostante tutta la buona volontà, integratori compresi, non riuscivano a mettere su un millimetro di muscolo. Tra me e me pensavo, ma come pretendi di mettere su massa se smonti il muscolo ogni volta che arrivi in cima ad un passo o se ti alleni 6 ore al giorno con il tipo di alimentazione che hai? Senza contare della lunghezza dei periodi di recupero necessari prima di ritornare in forma. Con questo programma alimentare gli incrementi di massa sono costanti e proporzionati al tipo di attività e di sforzo svolto. I tempi di recupero si accorciano, consentendo il raggiungimento del picco di performance in meno tempo. In conclusione hai modo di allenarti molto di più del tuo avversario.

BCAA

Sono una fonte di proteine già scomposte e pronte da convertire in glucosio e poi in glicogene. Servono per limitare la scomposizione delle fibre muscolari nei momenti critici, contenendo i danni. Vero se inserite in un piano alimentare classico, ma qui servono?