Gestione dei Blocchi di Grassi Extra

  • Sharebar
  • Aumenta
  • Diminuisci

Dimensione attuale: 100%

 

F) La Gestione Dei Blocchetti Extra Di Grassi Nell​a Dieta Zona

Per comprendere bene questo punto è necessario considerare che c'è un limite di assorbimento delle proteine ai fini anabolici, dettato dal metabolismo basale in relazione alla massa magra, alla quantità e all'intensità di esercizio svolto su una base media. Di solito questi parametri hanno senso se calcolati su base settimanale. Il parametro è la media, non la singola sessione.

Questo per dire che se un atleta necessita di 150g di proteine effettive al giorno (21 blocchi), svolgendo una certa entità media di lavoro, il giorno che triplica l'attività, non è automatico che debba triplicare l'assunzione di proteine, anzi: non deve proprio farlo, se non in minima parte, come abbiamo visto per la bevanda del durante. Questo nella zona significa che, per coprire la differenza di fabbisogno energetico, vanno aumentati i grassi, preferibilmente quelli monoinsaturi.

Ciò che dovete fare in realtà e molto semplice: se il vostro dispendio energetico supera quello imposto dal fabbisogno proteico, nei pasti della fase di riposo, precedenti alla sessione di endurance, specialmente lo spuntino serale, aumentate i grassi in funzione di quanto andrete a bruciare.

Provate con il compilatore e seguite questo esempio:

Con 25 blocchi (bilanciati 30/40/30 P/G/C) ricavate 2350 calorie. Se ne bruciate di più, aggiungete grassi sotto forma di EVO, di mandorle e noci: 50-70g di olio di oliva, 120g di mandorle, sono quantità normali; al limite anche 200g di mozzarella che, anche se ricca di grassi saturi, non è il top ma aiuta ad avere trigliceridi da bruciare nei casi di sessioni intense. Ricordate lo studio dell'Università di Berna citato prima sui benefici di una dieta con alta percentuale di grassi? Ecco: questo è il metodo per raggiungere il 53% di apporto calorico attraverso i grassi. (bilanciati 20/53/27 P/G/C e sempre in zona con rapporto P/C=0,75)

I glucidi (gli zuccheri, pasta, pane, grissini, brioches e derivati dai grani) ad alto indice e alto carico glicemico utilizzati nei pasti lontani dall'esercizio fisico si accumulano in come grasso adiposo.