Obesità, problemi alimentari, soluzioni

  • Aumenta
  • Diminuisci

Dimensione attuale: 100%

camba alimentazione,dieta zona

Le abitudini alimentari di oggi.

Ma perché l'alimentazione sana è così trascurata? Proviamo a guardare indietro a un po' di anni fa e cerchiamo di capire quali sono i fattori chiave.

STILE DI VITA
Lo stile di vita moderno ha influenzato le nostre abitudini alimentari evidenziando delle problematiche che si riversano sul piano salutare.

L'ALIMENTAZIONE DEI NOSTRI FIGLI
Gli alimenti consumati dai nostri figli evidenziano come la cultura alimentare si stia dissolvendo a favore di alimenti commerciali: risulta infatti che bambini e adolescenti compresi tra i 4 e i 18 anni consumano grandi quantità di:

  • pane bianco
  • pasta bianca
  • merendine
  • patatine
  • patate fritte
  • biscotti
  • cioccolata
  • dolciumi
  • bibite gassate

Dal rapporto del Centro italiano Disturbi Alimentari risulta che il 28% dei bambini dagli 8 ai 12 anni sono obesi e che sono il 35% i bambini obesi sopra i 12 anni.

Se consideriamo che le abitudini alimentari dei figli sono indotte dai genitori e guardiamo al futuro, le cose sono piuttosto preoccupanti in questi termini.

I CONSIGLI DELL' ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÁ
L'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) in accordo con la Comunità Europea ha diramato una serie di consigli per prevenire le malattie degenerative e la raccomandazione principale è di consumare un minimo di 5 porzioni di frutta e verdura al giorno per raggiungere i livelli minimi di micronutrienti.

Gli alimenti sopraelencati rappresentano la parte sostanziale della dieta dei nostri bambini, ma anche di molte persone adulte. Questi alimenti sono praticamente privi di apporto nutrizionale.

SOLO 2 SU 100 SI ALIMENTANO CORRETTAMENTE
Secondo una ricerca portata avanti dall'Associazione italiana contro il Cancro nel 2003, risulta che solo 2 persone su 100 consumano 5 porzioni di frutta e verdura al giorno. Il restante 80% ne consuma al massimo 2, di porzioni. Per porzione s'intende un'arancia o una terrina di insalata.

DOVE SI SBAGLIA
In sostanza risulta che la maggior parte delle persone, genitori e figli di conseguenza, trascurano il giusto apporto di proteine e di frutta e verdura, stando ben al di sotto della soglia minima necessaria: prediligono fonti di proteine sfavorevoli (come carni di dubbia provenienza e ricche di grassi) e non si preoccupano minimamente dell'apporto di micronutrienti che si trovano principalmente in frutta e verdura e non negli alimenti derivati da farina di frumento.

CRESCITA
I nostri sistemi vitali senza assunzione di proteine (che sono i mattoni del nostro corpo, le sostanze con cui si costruiscono le cellule) il nostro organismo cresce su una struttura debole. Senza il giusto apporto di micronutrienti (sali minerali, vitamine, fitonutrienti), il nostro organismo produce un'elevata quantità di tossine; nel disperato tentativo di smaltire queste tossine, inevitabilmente il nostro ph diminuisce col risultato che si innesca una serie infinita di infiammazioni (acidità di stomaco=gastrite, colon irritabile, dolori muscoloari e articolari, acne e dermatiti, cefalee ecc.) che, alungo andare, rischiano di indebolire il sistema immunitario.

SCOMPENSI ORMONALI
L'assunzione di troppi carboidrati (pasta, pane, patatine...) crea degli scompensi ormonali dannosi per la salute. Naturalmente se questo si verifica occasionalmente l'organismo ha il modo di reagire, ma il persistere della situazione lo mette in grave crisi. Con questo vogliamo dire di non diventare ossessionanti con i divieti ma solo cercare di non trascurare quello di cui si ha bisogno.

ALLARMI E SEGNALI
Naturalmente l'organismo trasmette tutti i messaggi di allarme sotto forma di sintomi più o meno evidenti ( >>> vedi lista sintomi) ma invece di agire sulle cause, la maggior parte delle persone preferisce facili soluzioni momentanee per ridurre i sintomi e ricorrono con disinvoltura agli antidolorifici (l'aumento esponenziale delle pubblicità dei farmaci da banco dovrebbe far riflettere...) senza desiderare andare a fondo sui motivi, almeno fino a che non degenerano a tal punto da dover essere trattati dal medico.

L'ORIGINE DEI PROBLEMI ALIMENTARI
Cerchiamo di capire meglio le problematiche alimentari. A volte i genitori non hanno tempo di controllare cosa mangiano i propri figli. A volte nemmeno le persone adulte sanno cosa significhi mangiare in modo completo e nutriente.

IGIENE ALIMENTARE
E quasi una questione di igiene alimentare, è come se lo specchio della società si riflettesse su di noi, sempre attenti all'aspetto esteriore: si tiene sempre la casa pulita ma dentro agli armadi c'è di tutto, si porta a lavare la macchina ma non si fa attenzione ai tagliandi, si tengono pulite le città e si scaricano lavatrici in campagna, nei prati o dove non si vede. Non è che vogliamo fare polemica, ma evidentemente tutti questi fattori ci condizionano, siamo distratti da mille pensieri e non ci soffermiamo su noi stessi, sulla salute e non investiamo sulla salute futura di chi verrà dopo di noi.

Igiene alimentare. Forse un concetto a cui dovremo tornare ad abituarci tra le mille insidie che ci circondano, come l'insidia del cibo spazzatura dei fast food. Una volta ogni tanto è concesso, se si dà modo all'organismo di ripulire, di togliersi qualche sfizio ma non troppo frequentemente.

UN CONFRONTO CON GLI ANNI 60
Ma perché l'alimentazione sana oggi è così trascurata? Proviamo a guardare indietro a un po' di anni fa.

  • Solo agli inizi degli anni 60 il tempo dedicato alla preparazione dei pasti era mediamente di 2 ore.
  • Oggi è già tanto se mediamente si impiegano 15 minuti.
  • La maggior parte dei pasti la si fa fuori casa.

Risultato:

  • MENO tempo passato a cercare la frutta e verdura migliori. Quella che si trova in giro è bella sì, ma sembra di plastica e non sa di niente, matura in frigo senza apporto di fitonutrienti da parte della pianta.
  • MENO pasti preparati in casa, tra cui manca quasi sempre la terrina di verdura fresca.
  • PIÚ pasti precotti, in scatola o conservati.

VITA DINAMICA
La realtà è che stiamo sacrificando la qualità dell'alimentazione per via dei ritmi frenetici e della vita altamente dinamica che conduciamo.

RADICALI LIBERI E PROCESSI OSSIDATIVI
Oltre alla scarsa qualità dell'alimentazione si aggiungono altri fattori come stress e fumo che aumentano la produzione di radicali liberi. I radicali liberi di norma non sono pericolosi, anche perché senza di essi non esisteremmo: sono infatti molecole di ossigeno a cui viene tolto un elettrone per poter interagire con i nostri sistemi vitali. Ma quando i radicali liberi sono in eccesso i processi ossidativi che innescano danneggiano le cellule, diventando responsabili dell'invecchiamento precoce con una serie di gravi conseguenze sulla salute. Sembra ovvio e scontato, ma bisgna che teniamo sempre presente che tutti i comportamenti che noi percepiamo come "stressanti" SONO stressanti per in nostro sistema; sono tutti comportamenti che aumentano le tossine e innalzano l'acidità del nostro organismo.

SOLUZIONI
Combattere tutte queste situazioni con un programma alimentare completo, che dia spazio a qualche peccato di gola ma che sia equilibrato e sano, che fornisca tutti gli elementi di cui abbiamo bisogno, che ti insegni a riconoscere gli alimenti e ad abbinarli per preparare piatti deliziosi.

Contattateci per più informazioni.